VINCITORI

 

 

SEZIONE SCENEGGIATURE

 

La giuria tecnica composta da Gino Aveta, Camilla Cuparo, Maria Raffaella Faggiano, Monica Guerritore e

Paola Mattucci, rappresentante del MitreoFilmFestival 2016, ha assegnato un parimerito alle sceneggiature

FAREST di Antonio Ruscigno

LA RIVOLUZIONE (NON) RUSSA di Alessandro Turchi

I due autori vincono ciascuno un premio di 400 euro messo in palio dal MitreoFilmFestival 2016.

SEZIONE CORTOMETRAGGI

 

La giuria tecnica composta da Giuseppe Colella, Giuseppe Cozzolino, Matteo Cremolini, Antonio Parlati, Roberto Zaccaria e

Lucilla Mininno, rappresentante del MitreoFilmFestival 2016, ha assegnato il premio Miglior Cortometraggio all'opera

HAVE SWEET DREAMS di Suhar Liviu Ciprian

L'autore vince un premio di 800 euro messo in palio dal MitreoFilmFestival 2016.

Il premio della giuria popolare, invece, è stato assegnato a

BELLISSIMA di Alessandro Capitani

SEZIONE DOCUMENTARI

La giuria tecnica composta da Antonio Di Trento, Michele Mellara, Francesco Merini, Alessandro Rossi e

Francescopaolo Ventriglia, rappresentante del MitreoFilmFestival 2016, ha assegnato il premio Miglior Documentario all'opera

HABITAT di Emiliano Dante

L'autore vince un premio di 800 euro messo in palio dal MitreoFilmFestival 2016.

Il premio della giuria popolare, invece, è stato assegnato a

​MARE CARBONE di Gianluca Rossi

SCENEGGIATURE

DAVID FRATINI (Terni, 1977) Lavora come regista e sceneggiatore per il cinema e la TV. Nel 2007 dirige il suo primo cortometraggio “Il barboncino”. Nel 2010 “Realismo” e nel 2011 “La domenica”; questi ultimi due corti vincono numerosi premi come Miglior film, Miglior sceneggiatura, Miglior montaggio, Miglior colonna sonora ecc., e vengono proiettati in molti festival italiani. Numerosi premi e riconoscimenti hanno le sue sceneggiature per corti e lungometraggi; nell’estate 2014 Fratini termina i corti “Danny boy – Come la neve” (dramm.) e “Chi fa Otello?” (comm., per lo Shakespeare Festival di Roma), accolti – specie quest’ultimo – molto bene ai festival, vincendo decine di premi. Nel 2015 collabora con lo Spi CGIL per la realizzazione di una serie di documentari, mentre presenta ai festival la sua nuova sceneggiatura “Nonno Superman”. NONNO SUPERMAN Adriano è un bambino che suona il piano ed ha un rapporto speciale con il nonno, tanto che si somigliano anche nel carattere burbero e scostante. All’improvviso il nonno muore ma comunque non smette di avere quello speciale rapporto con il nipote. Intanto il saggio di pianoforte si avvicina…

 

SIMONA MANCINI Dopo aver conseguito studi propedeutici alle discipline dell’ambito artistico, dal diploma in Regia, alla laurea in Cinema e psicofisiologia, ad un successivo Master in coordinazione di produzione, inizia la sua esperienza lavorativa su set di varie produzioni indipendenti, ricoprendo vari ruoli del settore dell’audiovisivo. La possibilità di lavorare anche all’estero, ha aperto nuove visioni tecniche ed espressive, acquisendo nuove conoscenze e confermando le proprie competenze, fino a sviluppare maggiori attitudini verso il montaggio e la sceneggiatura. Le numerose occasioni lavorative, accumulate negli anni di gavetta, hanno spaziato dal web alla Tv, alla fotografia e al cinema, contribuendo a tracciare una figura professionale completa, pronta ad affrontare nuove sfide ed esperienze. HEART COLLECTOR Camilla è una giovane assassina seriale, che estirpa i cuori dei suoi amanti per conservarli in barattoli di vetro. Il confronto con la psichiatra Carelli, le farà confessare i suoi efferati delitti.


 

ROSA GRAZIA RAPISARDA Nata a Catania ho conseguito il Diploma di Laurea in Scienza dei Materiali indirizzo microelettronica, presso la Facoltà di Chimica Fisica di Catania, appassionata di arti fotografiche mi avvicino alla scrittura nel 2011 curiosa di provare a tradurre le immagini in parole, seguendo un corso di avviamento alla scrittura e sceneggiatura cinematografica., tratto e narro vicende con sorriso e drammaticità. Ottenendo riconoscimenti come: BAFF 2012, Menzione speciale Roberto Ferrario. Vincitrice del Concorso Letterario Raccontinellarete 2015, con pubblicazione antologia. Finalista del Premio Letterario EFESTO che si svolgerà alla fine del mese di Dicembre 2015. IL FILO DI RAME Luca venticinquenne Neolaureato in Giurisprudenza, a notte fonda, in macchina di un amico che sta per riaccompagnarlo a casa ,percorrendo  casualmente  una strada di periferia riconosce l’auto del padre ,parcheggiata  con portiere aperte e fari accesi accanto a quattro cassonetti . Pensa di essere vittima di un furto prova ad avvicinarsi per recuperare l’auto e far allontanare il malvivente.

 

ANTONIO RUSCIGNO Nato a Barletta, Antonio Ruscigno si laurea in “Cinema Musica Teatro” presso la facoltà di “Lettere e Filosofia” di Pisa e ottiene la qualifica di tecnico della ripresa e del montaggio. Frequenta il corso di formazione per autori e sceneggiatori RAI-SCRIPT. Successivamente collabora con diverse emittenti televisive, come autore, regista, camera-man e montatore video. I suoi cortometraggi gli permettono di vincere diversi premi (“Young Directors Project – II edizione”, “Premio speciale ProArte per l’Italia dei giovani italiani”, “InContatto” etc) e lavora come assistente prima e aiuto regista poi, in diverse produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali. Attualmente, oltre all'attività di web editor e project manager, collabora con un paio di produzioni video e cinematografiche e lavora come camera-man per eventi sportivi e trasmissioni RAI, Mediaset e Sky. FAREST Un anziano solitario e sociopatico che ha perso l'attimo e pure Marina, la sua badante, sparita di casa in una gelida mattina d'inverno, è disposto a tutto pur di farla tornare da lui. Ma proprio a tutto.


 

ALESSANDRO TURCHI Videomaker. Nato a Messina nel 1977. Laureato in Ingegneria Elettronica nel 2003. Nel 2005 inizia a lavorare in teatro ricoprendo diversi ruoli tecnici e, contemporaneamente, realizza i suoi primi video. Nel 2005 inizia anche la sua collaborazione col Collettivo Artistico Machine Works. È produttore, autore, regista e montatore di diversi videoclip musicali, cortometraggi, documentari e spot per il web o la tv, oltre che di video-scenografie per spettacoli teatrali e di danza. Nel 2011 fonda il Collettivo Video Space Donkeys, con il quale, attualmente, sta realizzando un documentario sul Birrificio Messina. Dal 2012 è attivista del Teatro Pinelli Occupato e autore dei video che ne documentano l’attività politica, sociale e culturale. LA RIVOLUZIONE (NON) RUSSA A che ora è la rivoluzione? L’attesa sonnacchiosa di qualcosa che tarda ad arrivare. Lo strampalato viaggio di due giovani speranzosi, sul pullman che dovrebbe condurli a un’importante, forse decisiva, manifestazione di piazza; pullman gremito da un gruppo di vecchi arzilli comunisti che danzano tra briciole e macerie dei vecchi sogni di rivolta. Siamo ancora in tempo per sognare la rivoluzione?

 

CORTOMETRAGGI

ALESSANDRO CAPITANI è un giovane regista italiano. Ha esordito nel mondo del cinema come autore indipendente. Si è diplomato presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 2009. I suoi cortometraggi e documentari hanno ricevuto diversi riconoscimenti in Italia e all’Estero. Nel 2012. Con il cortometraggio “La Legge di Jennifer”, vince una borsa di studio presso gli Studio Universal di Hollywood. BELLISSIMA Veronica ha venti anni ed è imprigionata in un enorme corpo obeso. Durante una festa in discoteca subisce lo scherno di un ragazzo, che la prende in giro proprio per il suo aspetto fisico. Disperata, Veronica si nasconde nei bagni della discoteca convinta che fra le mura chiuse di quel posto nessuno possa vederla e giudicarla. Il destino però ha in serbo una piacevole sorpresa per lei...


 

SUHAR LIVIU CIPRIAN nasce il 27.05.1974 in Romania. Vive in Italia dal 1991 dove ha studiato Scenografia all'Accademia di Belle Arti "Brera" di Milano. Ha frequentato corsi di regia teatrale al Teatro della Contraddizione (Milano) e regia cinematografica e teoria del montaggio (Associazione “Fabbrica dei Sogni”- Milano). Dal 1999 lavora nell'ambito cinematografico. Attualmente vive e lavora a Roma. HAVE SWEET DREAMS In una modesta famiglia, dove la complicata lotta per la sopravvivenza è condizionata dalla debolezza degli adulti, due fratelli (Ionuƫ e Petrică) cercano di sostenere i loro sogni. Alla luce di una nuova situazione di disagio, il flusso complicato della vita quotidiana viene interrotto dai due fratelli e il loro cammino diventa fuga.


 

RAFFAELE MARZOCCHI Regista italiano di origine campana. Diplomato in Linguaggi Visivi al Liceo Artistico di Napoli, ho continuato la mia formazione artistica e professionale prima in Conservatorio, diplomandomi in Pianoforte classico, e alla Scuola Nazionale di Cinema di Roma poi, conseguendo il diploma di Operatore di Montaggio Avid. Ho completato la mia formazione alla SNCI (Scuola Nazionale di Cinema Indipendente) di Firenze, con il diploma in Regia Cinematografica. The Photographer è il nome del mio primo cortometraggio, un thriller-horror sperimentale, presentato all’esame di diploma alla scuola di cinema. Prodotto da SNCI. Bambina è il titolo del mio secondo cortometraggio, che affronta il tema della violenza di genere. Prodotto dalla Biblioteca San Giorgio di Pistoia. Pioggia Dentro è il mio ultimo shortfilm, prodotto da Milo Independent FIlms, un team di filmmakers professionisti attivo in Toscana. PIOGGIA DENTRO Marta, un'operaia tessile, ha perso il lavoro di una vita a causa della crisi. Vive con il suo vecchio padre ed è l’unica a prendersene cura. La situazione precipita quando il genitore muore, catapultando Marta in uno stato di disperazione. Ispirato a una storia vera.


 

ALESSANDRO SPADA Nasce a Monza il 1 gennaio del '75. I suoi lavori: 2000 Eli Eli Lamma Sabactani, 2001 Alla mia generazione, 2001 L'occasione fa l'uomo maniaco, 2003 L'eroe, 2003 La soluzione Kennan , 2004 I nuovi padroni del mondo , 2004 I nuovi padroni del mondo, 2008 The house of missing girls, 2008 Considerazioni sul cinema indipendente italiano. LA MACCHINA AMERICANA Da quando i suoi genitori sono morti in un incidente, Totò vive dagli zii e a dirla tutta non si trova troppo bene. Un bel giorno però decide che vuole comprare una macchina ma non ha i soldi... e questo è un grosso problema.


 

ANDREA ZULIANI nasce a Roma nel 1983. Negli anni durante il Dams di Tor Vergata inizia a girare e montare video e realizza diversi laboratori estivi di cinema per bambini e ragazzi. Nel 2008 inizia a lavorare come assistente alla regia e successivamente aiuto regista. Partecipa a film come "Shadow" di F. Zampaglione, "Christine Christina" di S. Sandrelli, "Mia madre" di Ricky Tognazzi, "Cosimo e Nicole” di F. Amato e“Gomorra 2 – la serie”. Dirige il corto “Miriam” (2012 – mezione speciale al Corti sonanti 2013 e finalista al RIFF 2013); scrive con Francesca Scanu numerosi corti (tra cui “Per Anna” - sceneggiatura vincitrice del Bando regione Sardegna 2012 e Premio Giuria al Mitreo Festival 2013) e lungometraggi tra cui “Non vedo non sento non parlo” (finalista al Solinas Experimenta 2011 e Menzione speciale al Premio Mattador 2012). PER ANNA Gergei, Sardegna - 1962. Nicola ha 7 anni, non può parlare, ma comunica benissimo coi suoi grandi occhi scuri. Girovagando per il paesino si imbatte in Anna, una coetanea arrivata da Milano. I due, ribelli e pieni di vitalità, passano insieme una giornata indimenticabile, finchè…

 

 


DOCUMENTARI
 

EMILIANO DANTE insegna Storia dell’arte contemporanea all’Università di Cassino e all’Università dell’Aquila. Si è inizialmente formato come fotografo ed è approdato al cinema al termine di un percorso artistico molto articolato, in cui ha toccato pittura, scrittura, cabaret, teatro e musica. Come regista ha esordito nel 2003 con la serie di cortometraggi di The Home Sequence Series. Ha poi realizzato il documentario Into The Blue (2009) e il lungometraggio di finzione Limen (Omission) (2012-13). In Habitat - Note Personali (2014) ha firmato per la prima volta con il proprio nome anche i ruoli tecnici e artistici secondari (fotografia, sceneggiatura, animazione, montaggio, musica) a rafforzare l’idea di espressione personale non mediata su cui esplicitamente si fonda il film. HABITAT è un film fatto di Note Personali sulla vita a L'Aquila dopo il terremoto. Realizzato a più di cinque anni di distanza dal sisma da un filmaker che l'ha vissuto in prima persona, il film è sia un tentativo di elaborazione del lutto attraverso il cinema, sia una riflessione sul rapporto tra storia personale e storia collettiva, tra trasformazione dello spazio pubblico e trasformazione della vita privata.


 

VALENTINA GIOVANARDI Restauratrice e documentarista. Nel 2005 realizza Reparto 14 e nel 2008 Code di Lucertola due importanti documentari che raccontano e indagano il mondo della psichiatria in Italia prima e dopo la chiusura dei manicomi. Nel 2013 riceve il premio “Giorgio Antonucci” per i diritti umani nel campo della salute mentale. Collabora, come videomaker, con diverse realtà sul territorio nazionale. I BAMBINI DI TAVOLICCI Quella di Tavolicci fu una strage di bambini, di donne e di innocenti, la strage nazifascista più raccapricciante della Romagna. Ma di Tavolicci nessuno ha mai parlato. Si è cercato di nascondere e far dimenticare, ma i pochi bambini sopravvissuti non possono dimenticare.


 

MARCO LEOPARDI è nato a Roma 10 maggio 1961. Pubblica numerosi servizi foto-giornalistici nelle più diffuse riviste italiane di geografia e natura. Dal 1990 si occupa della realizzazione di documentari, curandone la regia e la fotografia. I suoi documentari sono trasmessi dalla RAI e da molte emittenti estere.  Filmografia essenziale: Il falco delle vespe 1996, Ancora Chernobyl 1999, L’impronta del Treja 2000, The last knights 2001, A little corner of Tibet 2003, The Marathon Runner 2005, Beyond the barrier 2006, Living in a perfect world 2006, Hair India 2008, The last dance 2008, The right path 2009, Pitrè stories 2011, Mohamed and the fisherman 2012, Store a drops 2013. U FERRU Giuseppe è invitato dal padre ad uccidere il suo primo pesce spada e anche se ha l’età per impugnare l’arpione non ha il coraggio di farlo. Giuseppe si sta laureando in biologia marina e con l’arpione ha paura di ferire il mare.


 

GIAN LUCA ROSSI Diplomato in regia cinematografica presso l'ESEC di Parigi ed in regia teatrale presso il Centro Internazionale La Cometa di Roma, ha diretto spettacoli teatrali, cortometraggi, documentari e trasmissioni televisive. Ha inoltre collaborato a produzioni di altri autori in qualità di aiuto regista, cameraman e/o direttore della fotografia. Nel 2008 ha esordito nelle sale cinematografiche con la commedia “Ho ammazzato Berlusconi”, scritta e diretta con Daniele Giometto. Nel 2010 ha codiretto il documentario “Un menestrel”, presentato in concorso in diversi festival europei. Da oltre dieci anni è titolare della casa di produzione KOROVA. Parallelamente svolge attività didattiche all’interno di scuole e centri di formazione, insegnando recitazione, movimento scenico e tecniche del cinema. MARE CARBONE Margherita è nata e cresciuta ad Aosta, ma la sua famiglia è di origine calabrese. Incinta e in crisi d'identità, decide di tornare là dove affondano le sue radici.  Scopre, così, che una società svizzera intende costruire una centrale a carbone a pochi passi dalla casa dei suoi nonni.


 

MARIO VEZZA Nasce a Torre del Greco il 2 luglio 1983 e da sempre vive a Napoli. Nel 2008 si laurea all'Accademia di Belle Arti in "Nuove Tecnologie dell'Arte". Nel 2006 studia per un anno al Dartington College of Arts perfezionando gli studi di arte e cinema. Dal 2006 è filmaker e VJ. Regista del cortometraggio “Apolide”, assistente al montaggio di Mokumentary “Vitriol”, Regista del cortometraggio “Sento”,  Aiuto Regia del cortometraggio “La voce del Sangue”, Regista del docushort “Adam Vedat”, Co-regista del documentario “I’m Festival”. I’M FESTIVAL Mardin, Turchia. Ibrahim è un bambino che lavora nel piccolo bar cli suo nonno e come ogni anno aspetta cli rincorrere gli artisti che faranno esplodere le strade cli colori, suoni e cli spettacoli straordinari. Ogni anno l'emozione si riaccende con più di settanta artisti che si catapultano qui da tutto il mondo per riscoprire i sorrisi felici dei bambini che rendono magica ogni cosa. Un semplice gioco segnerà l' amicizia tra Ibrahim e Umut, un divertente clown dal naso rosso, egli imparerà che, il gioco e la festa se condivisa con gli amici sarà ancora più divertente.

STAY TUNED
  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • YouTube B&W
SPONSOR & PARTNERS
vrab favicon.jpg

© MitreoFilmFestival. Proudly created with Wix.com